Skip to content

Recensione Sincretico – The Real Off-beat

Ebbene sì! Ogni tanto bisogna “sforzarsi” di guardare oltre le proprie certezze musicali e ascoltare cose nuove e fresche. E dobbiamo ammettere che non scegliamo spesso di ascoltare album nei quali lo strumento principale è una fisarmonica.

Ed ecco che, iniziando a sfogliare “L’enciclopedia del Jazz Italiano”, regalatomi da un coppia di cari amici, leggo di tale Vince Abbracciante, il primo in ordine alfabetico.

Fisarmonicista e compositore pugliese (di Ostuni), classe 1983, figlio di una dinastia di fisarmonicisti, vanta già importanti collaborazioni e gode della stima di un musicista come Richard Galliano.

E cosa c’è di meglio per me, e per voi che leggete, di ascoltare il suo ultimo progetto?

Sincretico – uscito nel Maggio 2017
Questo è uno di quei dischi “totali”, incatalogabili. Uno di quegli ascolti ai quali vuoi dedicare tutta la tua attenzione ma rendendoti conto poi, passato qualche minuto, di esserti letteralmente “perso” nella storia che racconta. Una storia mai banale, che sa stupirti ad ogni passaggio.

Sincretico è un concept album di 8 composizioni originali per fisarmonica, chitarra, contrabbasso e il quartetto d’archi “Alkemia Quartet”.

Un magma sonoro influenzato da jazz, musica popolare brasiliana, tango, musica classica e molto altro ancora, una colonna sonora fatta di colori,  emozioni e suggestioni contrastanti. 

La formazione:

  • Vince Abbracciante – fisarmonica
  • Nando di Modugno – chitarra
  • Giorgio Vendola – contrabbasso
  • Marcello De Francesco – violino
  • Leo Gadaleta – violino
  • Alfonso Mastrapasqua – viola
  • Giovanni Astorino – violoncello

LE TRACCE:

  1. Equinozio
  2. Sincretico
  3. Elementi
  4. Anelito
  5. Mistico
  6. Danze
  7. Solstizio
  8. Rapsodica

LE 3 TRACCE MIGLIORI: 1, 3, 8 

Considerazioni finali: 
“Sincretico” apre le porte ad un mondo nuovo, un caleidoscopio sonoro in cui ognuno di noi può trovare la sua identità, ma anche provare emozioni nuove. Ascoltatelo in cuffia, nel buio della vostra camera da letto e lasciatevi trasportare dalla musica, senza giudicarla. Non ve ne pentirete!

Voto: 8

original link